PERCHÉ ALCUNE MERENDE CREANO DIPENDENZA?

PERCHÉ ALCUNE MERENDE CREANO DIPENDENZA? COME REGOLARCI?

PERCHÉ ALCUNE MERENDE CREANO DIPENDENZA? COME REGOLARCI?

Facendo ambulatorio in pediatria, tante volte mi sento chiedere: perché alcune merende creano dipendenza? Come regolarci? Ne approfitto oggi per trattare questo argomento in risposta ad Asia, una lettrice della pagina Facebook, che mi scrive:

“Io per mia figlia di quattro anni mi sono messa insieme a lei a fare sia la crema alle nocciole homemade che la marmellata. Risultato? Anche aiutandomi nelle preparazioni, continua a snobbarle e a preferire quelle industriali (con olio di palma o eccesso di zuccheri). Che faccio? Grazie!”

Cara Asia, se i nostri bambini non riescono a contenersi come davanti a patatine, alcuni hamburger o determinati biscotti o preparazioni industriali, il motivo non è solo la golosità. merende dipendenza

Infatti, alcuni cibi sono costituiti da una particolare combinazione di tre ingredienti: grassi, zuccheri e sale, che ne determinano la cosiddetta “palatabilità”. Questa caratteristica non necessariamente ha a che fare con un buon sapore, ma provoca l’appetito attraverso la stimolazione di circuiti cerebrali, che inducono a mangiare oltre le nostre necessità in un meccanismo di dipendenza.

Inoltre, a questa si abbina un’esperienza sensoriale irresistibile: come la “scioglievolezza” della famosa crema al cioccolato, il crock delle patatine, gli aromi, per creare un meccanismo di rinforzo che induce a mangiarne di più. Purtroppo,  questi prodotti spesso nascondono caratteristiche nutrizionali scadenti.merende dipendenza

Non tutti gli alimenti industriali sono di scarsa qualità e non si deve demonizzare (tante volte ci permettono un’alimentazione sana nella fretta di tutti i giorni), ma per identificare i prodotti validi occorre leggere bene gli ingredienti nelle etichette alimentari, che vi ho descritto in questo articolo (date le tante richieste approfondirò l’argomento in un album della pagina Facebook con confronti tra alimenti confezionati).

Dato che questi cibi sono spesso reclamizzati durante i cartoni animati, può essere utile commentare le pubblicità con i vostri bambini, per renderli più consapevoli.

L’unico modo per disabituare i piccoli a questi alimenti è non comprarli, sostituendoli con quelli validi o se si ha tempo fatti in casa, coinvolgendoli nella scelta o nella preparazione. All’inizio, date la dipendenza e assuefazione provocate, protesteranno, ma poi… lontano dagli occhi, lontano dal cuore, si abitueranno. Ricordatevi che l’obiettivo è la loro salute!

Di questo argomento parlo anche nel mio Ebook: Bambini a tavola. Quasi un gioco! guarda il video!

facebook like logoPer rimanere aggiornato su notizie di corretta alimentazione, salute e gustose ricette, seguimi anche sulla mia pagina Facebook e sui social network! merende dipendenza

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.