L'Iperico, una pianta magica -  Annamaria Acquaviva

L’Iperico, una pianta magica

L’Iperico, una pianta magica

Tra tutte le erbe officinali, ho studiato l’Iperico per le sue proprietà curative contro le abrasioni, le ustioni e il trattamento delle ferite in generale.

L’Iperico (erba di San Giovanni, Hypericum Perforatum) è una pianta perenne semi-sempreverde, ben riconoscibile anche quando non è in fioritura grazie alle foglioline che, se osservate in controluce, appaiono bucherellate. In realtà si tratta di piccole vescichette, al cui interno si trovano gli oli essenziali della pianta.

È considerata una “pianta magica”, poiché si narra che fosse stato il Diavolo in persona a tentare di forarne le foglie, in modo da consentire il passaggio ai suoi malefici; nonostante la pianta ebbe la meglio sul demone, si formarono comunque i piccoli fori sulle foglie, in ricordo della lotta cruenta contro il male.

L’erba di San Giovanni è stata intensamente studiata dagli scienziati (1) sia per la sua attività antidepressiva che per le sue applicazioni dermatologiche. Preparazioni topiche di erba di San Giovanni, come oli o tinture, sono utilizzate per il trattamento di ferite minori e ustioni, scottature solari, abrasioni, contusioni, ulcere e molti altri.

In particolare, in un altro studio condotto da Egri e colleghi (2), l’ olio di Hypericum Perforatum è stato integrato a membrane polimeriche che mantengono le proprietà di un materiale ideale per la medicazione delle ferite come permeabilità ai gas, attività antimicrobica, non aderenza alla ferita, assorbimento di umidità, elasticità, biocompatibilità, ecc. È stato dimostrato che è possibile integrare con successo gli oli curativi ai moderni materiali di medicazione per ferite.

Si è concluso che le membrane prodotte nel contesto di questo studio hanno un grande potenziale per essere utilizzate come materiale per la medicazione delle ferite.

Frutti di Iperico

OLEOLITO DI IPERICO

L’oleolito di iperico, detto anche olio rosso, si forma per macerazione. Per quest’ultima consiglio di usare l’olio extravergine di oliva, in sostituzione si può usare l’olio di girasole o di vinaccioli.

L’uso dell’oleolito di iperico è utile in molti inestetismi della cute: ha proprietà astringenti e cicatrizzanti. Si può usare per la psoriasi, arrossamenti, punture d’insetti, infiammazioni e per le smagliature.

Ingredienti:

  • 100 g di fiori di iperico;
  • 400 ml di olio extravergine di oliva;
  • 1 cucchiaio di alcol da liquore a 96°.

Preparazione:

  1. Mettete l’iperico in un vasetto e aggiungete un cucchiaio di alcol. Noterete subito che in 10 minuti il composto diventerà di un bel rosso acceso!
  2. Versate l’olio scelto fino a sommergere i fiori, coprite con una garza e legate con un elastico. Dopo pochi minuti anche l’olio diventerà rosso! Se usate fiori freschi, è bene non chiudere il vasetto ermeticamente, per permettere di lasciare evaporare l’umidità. Nel caso di fiori secchi potete tranquillamente farlo.
  3. Lasciate il composto al sole durante il giorno e mettetelo in casa alla sera; ogni 2/3 giorni mescolate, per circa 40 giorni.
  4. Trascorso questo tempo l’olio avrà assunto un bel colore rosso e a questo punto bisognerà filtrarlo. Una volta fatta questa operazione, conservate l’olio in un luogo buio e fresco.
  5. Vi consiglio di usarlo entro un anno, perché dopo questo periodo di tempo le proprietà benefiche cominceranno a diminuire.

 

FONTI:

  1. Wölfle U, Seelinger G, Schempp CM. Topical application of St. John’s wort (Hypericum perforatum). Planta Med. 2014 Feb;80(2-3):109-20.
  2. Eğri Ö, Erdemir N. Production of Hypericum perforatum oil-loaded membranes for wound dressing material and in vitro tests. Artif Cells Nanomed Biotechnol. 2019 Dec;47(1):1404-1415.

https://www.tandfonline.com/doi/full/10.1080/21691401.2019.1596933

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/30945563/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.