SURGELATI1. UNA SOLUZIONE SANA, PRATICA E VELOCE

SURGELATI1. UNA SOLUZIONE SANA, PRATICA E VELOCE

SURGELATI1. UNA SOLUZIONE SANA, PRATICA E VELOCE

Sono una madre e moglie – oltre che dietista – spesso di corsa e alla ricerca di soluzioni comode per imbandire la tavola di piatti sani e appetitosi. I prodotti surgelati mi sono spesso d’aiuto e sono una soluzione che consiglio molte volte ai miei pazienti, ora vi spiego perchè.

La surgelazione è una tecnica industriale di congelamento ultrarapido, che si esegue portando in pochi minuti la temperatura del prodotto a -30, -40 °C.  Dato che il contenuto idrico dei tessuti vegetali e animali crea microcristalli di ghiaccio che non danneggiano le pareti cellulari, dopo lo scongelamento l’alimento presenta pressoché le stesse caratteristiche di quello fresco, sia dal punto di vista nutrizionale che organolettico, ovvero i medesimi colori e sapori.

Caratteristiche nutrizionali

Le proteine subiscono denaturazione, aumentandone la digeribilità, mentre il valore nutritivo degli aminoacidi presenti rimane invariato. I grassi possono andare facilmente incontro a idrolisi e ossidazioni, motivo per cui i prodotti più lipidici hanno un tempo di conservazione di molto inferiore agli altri. In caso di scottatura preliminare, i sali minerali e le vitamine idrosolubili vengono persi in piccola percentuale.

E’ stato dimostrato che il contenuto vitaminico di un alimento surgelato sia spesso maggiore di quello presente negli alimenti venduti come freschi seguendo la filiera tradizionale, secondo cui il prodotto può impiegare diversi giorni prima della disponibilità all’acquisto al supermercato (diverso è il km 0). Di seguito, il contenuto di vitamina C di alcuni vegetali, secondo i dati ufficiali forniti dall’Istituto Italiano Alimenti Surgelati:  VITAMINA C NEI SURGELATI SALUTE

Un’altra analisi sugli spinaci ha inoltre evidenziato come una porzione da 100 g di spinaci surgelati mantenga il contenuto di vitamina k e ne soddisfi il fabbisogno giornaliero.

Inoltre, le basse temperature bloccano l’attività di enzimi e batteri che, invece, a temperatura ambiente deteriorano l’alimento. Dunque, si tratta di un’ottima tecnologia di conservazione dal punto di vista igienico e nutrizionale rispetto ad altre tecniche:
– non fa uso di conservanti,
– non produce sostanze potenzialmente cancerogene (come può avvenire, per esempio, con grigliatura, affumicatura),
– gli alimenti indicati per la surgelazione non risentono di alterazioni delle caratteristiche organolettiche.

Gli alimenti surgelati, possono garantire, quindi, un’alimentazione equilibrata e ricca di nutrienti utili all’organismo. Si trovano spesso in monoporzioni già pulite e non lavorate; anche siete sempre in lotta contro il tempo, non ci sono scuse per mancare un piatto sano!

Leggi anche  come scegliere e conservare i surgelati.

Comments (1)

  1. Pingback: LA SALUTE PARTE DALLA SPESA -  Annamaria Acquaviva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.