DIFESE IMMUNITARIE NELLA STAGIONE DELL'INFLUENZA -  Annamaria Acquaviva

DIFESE IMMUNITARIE NELLA STAGIONE DELL’INFLUENZA

DIFESE IMMUNITARIE NELLA STAGIONE DELL’INFLUENZA

Come rafforzare le difese immunitarie?

Con l’abbassarsi della temperatura il nostro organismo risulta più suscettibile alle infezioni di virus, batteri e altri patogeni che tornano a sferrare il loro attacco; così ecco il dilagare delle tipiche malattie da raffreddamento stagionali. Peraltro quest’anno l’arrivo dei virus che provocano l’influenza è previsto per novembre, in anticipo rispetto agli anni scorsi.
Il nostro sistema immunitario è fortemente impegnato in una vera e propria battaglia per proteggerci dalle malattie. Dunque, come rafforzare le difese immunitarie?
I risultati di alcune ricerche scientifiche rivelano che l’alimentazione può incidere in modo significativo sul nostro sistema immunitario.
Innanzitutto è necessario che l’organismo disponga di energia sufficiente, senza eccedere né in un senso né nell’altro: le persone con un peso molto basso, o malnutrite, o coloro per dimagrire si sottopongono a regimi alimentari troppo drastici e non equilibrati, rendono il sistema immunitario più debole e poco funzionale; ottima ragione per evitare le dannose “diete lampo”. Altrettanto scorretto è assumere un eccessivo quantitativo  di calorie superiore all’effettivo bisogno: ciò produrrebbe un indebolimento del sistema immunitario e per questa ragione le persone obese o in sovrappeso sono più predisposte a contrarre un’infezione.

Alla base della prevenzione è dunque un’alimentazione equilibrata

  • il corretto apporto di proteine è indispensabile per la ricostruzione delle cellule del sistema immunitario
  • povera di grassi insalubri e idrogenati (da evitare di eccedere in strutto, burro, formaggi, lardo e nelle carni grasse).
  • Via libera, invece ai vegetali freschi: ricchi di vitamine e sali minerali antiossidanti, privilegiando i prodotti locali e di stagione. Le crucifere: cavoli, cavolfiori, broccoli verdi, foglie di rapa, verza, cavolini di Bruxelles, contengono quantità significative di vitamina C, acido folico, fibra, potassio, e alcune sostanze che si ritiene abbiano un effetto preventivo contro i tumori intestinali. Per assumere tutti i benefici di questi vegetali si consiglia di non eliminare foglie e gambo nelle preparazioni. Estremamente indicate anche le verdure amare: catalogna, carciofo, radicchio, cicoria, tarassaco e radici come la scorzonera, che contengono sostanze con azione depurativa e prevenendo l’accumulo di scorie rafforzano il sistema immunitario. Ottimi anche i pomodori, ricchi di betacarotene e licopene, potenti antiossidanti; per esaltare le qualità salutari vanno consumati scaldati e conditi con un filo di olio. Il peperone è un’ottima fonte di vitamina C (quasi il triplo delle arance), soprattutto quello rosso o giallo; per mantenere inalterate le sue virtù va consumato crudo. Ottimi anche gli ortaggi da bulbo (aglio , cipolla, porro, scalogno, ecc): hanno azione antiossidante grazie ai principi attivi solforati. Un’attenzione particolare va posta alle preparazioni; infatti la cottura distrugge parzialmente il contenuto di vitamine di molti vegetali, perciò è indicato consumare i vegetali crudi, ove possibile, o cotti al vapore o in pentola a pressione, evitando di prolungare eccessivamente il contatto del cibo col calore.
  • Un’eccezionale riserva di vitamina C è contenuta nel kiwi: mangiando un solo kiwi si ottiene 120% di vitamina C di cui l’organismo necessita quotidianamente. Ottimi antiossidanti anche gli agrumi, come arance mandarini, mandaranci e l’uva soprattutto quella rossa.
  • Il consumo regolare di yogurt, grazie ai fermenti lattici vivi che contiene, aiuta a fortificare le cellule del sistema immunitario intestinale.
  • Col freddo diviene ancor più importante mantenere idratato il nostro organismo, comprese le mucose: nostre barriere naturali che si oppongono all’ingresso degli agenti infettanti; pertanto è indicato bere almeno 1,5 l di acqua al giorno.

Lo sport non eccessivo, ma svolto in modo sano ed equilibrato ed un’attività fisica moderata e regolare favoriscono le difese immunitarie, purché siano praticati almeno un’ora di seguito, per 3 volte alla settimana, tutte le settimane. Al contrario un eccesso di attività fisiche prolungate e stancanti, indeboliscono le cellule immunitarie rendendo più lenti i meccanismi di difesa contro gli attacchi dei patogeni.
Affinché il nostro corpo si difenda in modo ottimale occorre cercare di riposarsi il più possibile per avere il migliore livello di energia, rispettando i ritmi naturali del sonno.
Lavorare o vivere in condizioni di temperatura troppo alta o troppo bassa, innalzala probabilità di ammalarsi. L’ideale è tenere una temperatura tra i 18°C- 20°C.
Infine per rinforzare le nostre difese si può ricorrere ad integratori alimentari come Echinacea, Eleuterococco, Ginseng, pappa reale, propoli, arginina, spirulina, germe di grano, zinco, vitamina C e vitamina E.

 

Tante ricette potete trovarle quimolte ricette e consigli sono estratti dal mio Libro/Ebook: BAMBINI A TAVOLA. QUASI UN GIOCO! qui per vedere il breve video.

Su Instagram trovate in foto il mio diario quotidiano, in questo album su Facebook, invece, trovate I piatti dei miei pazienti

Per rimanere aggiornato su notizie di corretta alimentazione, salute e gustose ricette, seguimi anche sulla mia pagina Facebook e sui social network! insalata colori salute

facebook like logoInstagram-logosocial_twitter_button_bluesocial_youtube

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.