CIBO SICURO PER BAMBINI: EVITARE IL RISCHIO DI SOFFOCAMENTO

CIBO SICURO PER BAMBINI: EVITARE IL RISCHIO DI SOFFOCAMENTO

CIBO SICURO PER BAMBINI: EVITARE IL RISCHIO DI SOFFOCAMENTO

Sicurezza alimentare per i bambini: tutte le informazioni per evitare il rischio di soffocamento e – in caso di necessità- come attuare le manovre di disostruzione pediatriche.

Per i nostri bambini mangiare in modo equilibrato è fondamentale per crescere sani e il mio compito di dietista nutrizionista non si esaurisce all’indicazione di come soddisfare i loro fabbisogni energetici e nutritivi. Un aspetto fondamentale, ma ancora oggi molto sottovalutato, della sicurezza a tavola per i più piccoli è infatti rappresentato dalla somministrazione sicura degli alimenti, per la prevenzione del soffocamento da cibo che, come purtroppo abbiamo letto anche nelle cronache delle ultime settimane, può avere conseguenze anche drammatiche.

Soffocamento da cibo bambini

Su questa tematica sono stata coinvolta con grande piacere in un progetto davvero importante: si tratta di un partenariato tra l’Associazione Nazionale Dietisti (ANDID) e la Onlus TWO Life, diretta dal Dr. Marco Squicciarini, nominato Esperto presso il Consiglio Superiore di Sanità per le tecniche di rianimazione cardio-polmonare pediatrica nel 2014.

Partendo da solide basi scientifiche, l’obiettivo di questo partenariato è quello di avviare un’attività di sensibilizzazione rivolta alla popolazione sul taglio e la somministrazione degli alimenti, a casa e fuori casa, e su come agire in caso di episodi di ostruzione delle vie respiratorie.

È innanzitutto importante chiarire che prevenire il soffocamento da cibo è possibile, mettendo in pratica alcuni accorgimenti di cui vi parlerò in questo articolo.

 

Cos’è l’ostruzione delle vie respiratorie

L’ostruzione delle vie respiratorie a causa del cibo è una condizione che può verificarsi, purtroppo molto spesso, in età pediatrica. Le statistiche identificano come fascia d’età più a rischio quella compresa tra 0 e 4 anni ed il cibo come causa di soffocamento in una percentuale variabile tra il 60-80% dei casi.

Tra gli 0 e i 4 anni i bambini sono più esposti a questo pericolo per diversi motivi:

  • non hanno ancora sviluppato e affinato la corretta coordinazione tra respirazione,
  • masticazione e deglutizione;Soffocamento da cibo bambini
  • la dentizione è spesso incompleta e non permette un’accurata e completa masticazione;
  • le vie aeree hanno un diametro piccolo e una forma conoide, il che rende più complicato l’eventuale passaggio di corpi estranei di grandi dimensioni;
  • tendono a mangiare eseguendo contemporaneamente altre attività, quindi non riescono a concentrarsi sulla masticazione e la deglutizione del cibo che hanno in bocca.

L’ostruzione si verifica quando il bambino non deglutisce correttamente il boccone di cibo che ha in bocca ma lo aspira nelle vie aeree. Questo può comportare il blocco del passaggio dell’ossigeno, con conseguenze anche molto gravi.

Le regole d’oro per evitare il rischio di ostruzione

La prima cosa da fare, quindi, è evitare che i bambini mangino mentre svolgono altre attività (giocare, correre, guardare la TV o qualsiasi altra cosa che distolga la loro attenzione dal cibo). È bene insegnare ai bimbi, fin da piccolissimi, che quando si mangia bisogna concentrarsi su ciò che si ha nel piatto, masticare adeguatamente ogni boccone ed ingoiare solo quando si è certi di aver compiuto una masticazione completa. Inoltre, è fondamentale conoscere la lista degli alimenti che, per forma e consistenza, sono da ritenersi pericolosi.

Teniamo presente che questi alimenti possono essere ugualmente offerti ai bambini, ma cotti e tagliati in maniera tale da favorirne la corretta masticazione e deglutizione. Fondamentale è anche la postura: infatti, se si mangia in posizione busto-eretto le vie sono aperte, mentre mangiare piegati o sdraiati rende la deglutizione più difficile. Infine, è importante tagliare personalmente il cibo ai bambini piccoli, in modo da poter controllare le dimensioni di ogni singolo boccone.

Gli alimenti pericolosi per i bambini: come evitare i rischi di ostruzione

Tra gli alimenti sui quali porre più attenzione, ci sono tutti quei cibi a di forma tonda e di consistenza scivolosa, che potrebbero essere facilmente aspirati, i cibi fibrosi e duri, gli alimenti dalla consistenza gommosa. Ecco qualche esempio pratico:

  • ciliegie;
  • acini d’uva;
  • olive;
  • pomodorini piccoli e tondi tipo ciliegini;
  • la frutta molto oleosa e scivolosa come il kiwi, l’anguria, il melone;
  • la frutta dura come la mela e le pere eccessivamente mature;
  • le verdure dure e fibrose come le carote, i finocchi, i gambi di sedano;
  • tutti i cibi a forma cilindrica, ad esempio i wurstel, che sarebbero comunque da evitare nell’ambito di una sana alimentazione a causa dei loro discutibili valori nutrizionali;
  • la mozzarella;
  • la carne;
  • i semi, ad esempio le arachidi;
  • le caramelle dure, gommose o tipo marshmallow.

Tutti questi alimenti vanno adeguatamente preparati prima di essere offerti ai bimbi. La frutta, come le ciliegie e l’uva, andrebbe denocciolata e tagliata a pezzetti. Lo stesso vale per le olive. Le verdure crude vanno tagliate per il senso della lunghezza mentre, se sono cotte, bisogna fare in modo di servirle al bambino quando sono diventate sufficientemente morbide. Carne e mozzarella vanno offerte ai bambini tagliate a pezzetti molto piccoli e incitando il bimbo a masticare bene, e a lungo, prima di ingoiare. Per quanto riguarda le arachidi e i dolciumi menzionati, sarebbe bene evitare di proporli a bambini sotto i 4 anni in qualunque caso.

La manovra di disostruzione pediatrica da attuare in caso di emergenza

Per conoscere al meglio le manovre di disostruzione ho partecipato ad una giornata formativa insieme a diversi colleghi ANDID provenienti da tutta Italia. Questo corso, necessario per ottenere la certificazione internazionale BLSD American Heart Association ed il certificato Ares 118 regionale per l’abilitazione all’utilizzo del defibrillatore, è fondamentale per sapere come proteggere il valore della vita di ogni bambino o adulto.Soffocamento da cibo bambini

Infatti, se nonostante tutte le attenzioni si dovesse verificare un caso di ostruzione, c’è una manovra da attuare tempestivamente, fondamentale per salvare la vita al bambino. Se effettuata correttamente è efficace nel 98% dei casi, ma in caso di insuccesso sono le manovre di RCP (rianimazione cardiopolmonare pediatriche) apprese ad un corso BLSD-PBLSD (maggiori informazioni a questo link: http://www.twolife.eu) anche con uso dall’AED o DAE a poter davvero fare la differenza.

È dunque fondamentale che voi e chiunque si occupi dei vostri bambini (nonni, babysitter, insegnanti, istruttori ed allenatori, se svolgono attività sportiva) sia a conoscenza di queste regole fondamentali su come somministrare gli alimenti in sicurezza e sappia intervenire in caso di ostruzione delle vie aeree, partecipando a corsi di formazione di qualità, che prevedano anche una parte pratica per apprendere in maniera reale ed efficace le manovre e le tecniche di rianimazione cardiopolmonare, compreso l’utilizzo del defibrillatore pediatrico.

Vi darò presto nuove informazioni, per imparare insieme a proteggere i nostri figli e scoprire cosa preparare e in che modo farlo affinché crescano sani e sicuri. Continuate a seguirci perché “Chi salva un bambino salva il mondo intero”.

Per rimanere aggiornato su notizie di corretta alimentazione, salute e gustose ricette, seguimi anche sulla mia pagina Facebook e sui social network! insalata colori salute

Instagram-logofacebook like logosocial_twitter_button_bluesocial_youtube

l Sildenafil è quindi utile in tutti quei casi in cui vi è una comprovata incapacità di raggiungere o mantenere un’erezione idonea per consentire un’attività sessuale soddisfacente dove comprare il cialis generico in italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.